Mérieux NutriSciences si propone come partner di riferimento dell’industria alimentare per le analisi microbiologiche. I nostri laboratori si avvalgono della competenza e dell’elevata esperienza di tecnici specializzati per offrire un servizio conforme a tutti i requisiti legislativi e agli standard definiti da APHA, AFNOR, AOAC, FDA, ISO, USDA.

Mérieux NutriSciences - Food testing - Analisi microbiologiche
Mérieux NutriSciences offre un servizio analitico di routine e personalizzato per le analisi microbiologiche, offrendo protocolli analitici conformi agli standard comuni sopra citati o su misura per il cliente.
 
Il nostro servizio include diversi servizi tra cui la determinazione di indicatori biologici, microrganismi alteranti e agenti patogeni di origine alimentare su materie prime e prodotti alimentari finiti ai fini della sicurezza e della qualità.
 
Mérieux NutriSciences offre ora anche metodi rapidi di microbiologia per la rilevazione di Salmonella spp, Listeria spp e Listeria monocytogenes.
Utilizziamo metodologia GENE UP®, basata su PCR e tecnologia FRET, con metodi validati AFNOR.
- Determinazione rapida di patogeni: Salmonella spp, Listeria spp e Listeria monocytogenes
- Risultati in 24h
- Precisione ed affidabilità 
- Automatizzazione (non operatore-dipendente)
 
Monitoriamo infine la sicurezza e l’igiene degli ambienti di lavoro, utilizzando supporti differenti per il campionamento, quali tampone, spugna, piastra a contatto e piastra ad aria per SAS e MAS. 
 
I nostri laboratori sono accreditati ISO 17025 e appartengono ad un network internazionale che risponde ai più rigorosi standard qualitativi industriali per assicurare la validità e l’integrità dei dati ai nostri clienti.

Le analisi microbiologiche includono la ricerca di microrganismi patogeni e delle loro tossine, la ricerca di organismi in grado di causare deterioramento come lieviti e muffe, la quantificazione dei più comuni indicatori biologici.

La gamma completa permette di garantire la qualità dei prodotti alimentari assicurando l’assenza di organismi alteranti o patogeni.

Microrganismi indicatori            

  • Microrganismi acido-resistenti
  • Indicatori di contaminazione fecale
  • Microrganismi aerobici e anaerobici
  • Microrganismi termofili
  • Microrganismi psicrotrofi
  • Microrganismi sporigeni

Microrganismi patogeni e/o produttori di tossine

  • Listeria monocytogenes
  • Salmonella spp.
  • Legionella spp. e Legionella pneumophila
  • Escherichia coli STEC incluso O157
  • Vibrio spp.
  • Clostridium perfringens
  • Bacillus cereus (e tossine)
  • Cronobacter spp. (Enterobacter sakazakii)
  • Campylobacter spp.
  • Stafilococchi coagulasi-positivi
  • Enterotossine stafilococciche

Competenze riconosciute nelle analisi dei microrganismi industriali quelli che, per le loro caratteristiche biochimiche, trasformano un substrato in un alimento tipico (alcuni batteri lattici sono in grado di trasformare il latte in yogurt e possono essere di aiuto nel controllo della qualità e della sicurezza di ogni fase del processo produttivo).

L’enumerazione di specifiche specie microbiche può essere compiuta sui singoli ceppi starter o su miscele di microrganismi. I laboratori utilizzano metodi di riferimento (ISO e IDF) e metodi validati internamente nel caso in cui non vi sia un metodo di riferimento ufficiale.

Alcune delle analisi più richieste su tali microrganismi:

  • Bifidobacterium spp.
  • Lactobacillus delbrueckii subsp. Bulgaricus
  • Lactobacillus casei
  • Lactobacillus rhamnosus
  • Lactobacillus acidophilus
  • Streptococcus thermophilus
  • Saccharomyces cerevisiae

Il Challenge test è uno strumento utile per determinare la capacità che ha un alimento di favorire la crescita di organismi patogeni o alteranti. 

Il Challenge test può simulare cosa potrebbe accadere a un alimento contaminato durante tutto il ciclo: produzione, lavorazione, distribuzione e/o successivamente durante l’utilizzo da parte del consumatore. È anche uno strumento essenziale nello sviluppo di nuove formulazioni o prodotti. 

Perché effettuare il Challenge test?

  • Per determinare se certi microrganismi patogeni o alteranti possono svilupparsi in un particolare prodotto alimentare per determinare la Shelf life in diverse condizioni di conservazione 
  • Per verificare l’efficacia di un conservante o per determinarne la presenza di una concentrazione specifica.
  • Per assicurare la conformità alla legislazione in materia di sicurezza alimentare. Il Regolamento 2073/2005 (Allegato 2) permette ai produttori di condurre studi su alimenti, in modo particolare su alimenti ready-to-eat (oltre che test con Listeria monocytogenes, è possibile effettuare prove con ceppi di Salmonella spp., Clostridium botulinum, Bacillus cereus e altri patogeni).

Scopri di più sui Challenge test e sui servizi di Contract Research offerti da Mérieux NutriSciences.

Potrebbero interessarti anche: