Le campagne a favore dell’ecosostenibilità degli imballaggi e sui danni per l’ambiente dovuti alle materie plastiche hanno portato l’interesse dei consumatori su questo argomento e una delle conseguenze è la tendenza a privilegiare i materiali ecosostenibili, come le bioplastiche

Mérieux NutriSciences - Biodegradabilità e compostabilità

L’industria sente la responsabilità di rispondere alle esigenze dei consumatori e quindi l’interesse nei confronti dei polimeri biodegradabili e compostabili è in continuo aumento poiché, citando solo alcuni esempi eclatanti,

  • possono essere utilizzati per la produzione di imballaggi primari (es. bottiglie per l’acqua minerale, capsule per il caffè) e secondari nel food packaging e sotto forma di stoviglie monouso; l’industria alimentare è tra i maggiori utilizzatori di imballaggi e dedica ingenti risorse alla riduzione del loro impatto ambientale; ad esempio, il governo francese ha deciso di vietare la produzione e distribuzione di stoviglie in plastica su tutto il territorio nazionale a partire dal 2020 ad eccezione di quelle biodegradabili e compostabili mediante compostaggio domestico; in Italia, questa linea è adottata da molte mense scolastiche;
  • devono essere utilizzati per la produzione di shopper usa e getta sin dall’entrata in vigore (nel 2011) della norma UNI che vieta l’uso di shopper non compostabili e di sacchi per la raccolta differenziata dei rifiuti organici le cui caratteristiche sono regolamentate dalle relative norme;
  • cominciano ad essere utilizzati in agricoltura per i teli da pacciamatura e nei negozi di alimentari per guanti e sacchetti per l’ortofrutta sfusa: in Francia questo utilizzo è obbligatorio dal gennaio 2017.

Mérieux NutriSciences pone tra i suoi obiettivi fondamentali il “Fornire servizi e soluzioni globali per la sicurezza e la qualità dell’ambiente”: in quest’ottica, ha un dipartimento dedicato, partecipa ai comitati internazionali che si occupano di queste tematiche e dispone dell’autorizzazione a effettuare analisi su imballaggi per verificarne la compostabilità conformemente alla norma EN 13432:2000 e alla Direttiva europea 94/62/EEC. Con oltre dieci anni di esperienza nell’esecuzione di analisi secondo metodi internazionali, si eseguono

  • Verifica della compostabilità di imballaggi e materiali da imballaggio conformemente a EN 13432, ISO 17088, ASTM D6400, ASTM 6868, ISO 18606;
  • Verifica della compostabilità di materie plastiche compostabili conformemente a EN 14995, AS 4736
  • Verifica della compostabilità domestica conformemente a AS 5810 e NF T51-800
  • Biodegradabilità aerobica in condizioni di compostaggio controllato conformemente a ISO 14855, ASTM D5338;
  • Biodegradabilità aerobica finale nel suolo conformemente a ISO 17556;
  • Determinazione del grado di disintegrazione delle materie plastiche in condizioni di compostaggio conformemente a ISO 16929 (impianto in scala pilota);
  • Determinazione del grado di disintegrazione delle materie plastiche in condizioni di compostaggio conformemente a ISO 20200 (impianto in scala di laboratorio).

Le certificazioni secondo ISO 14855 ed EN 16929 sono nell’elenco delle prove accreditate ACCREDIA (Ente Italiano di Accreditamento)

Si eseguono test per determinare la Biodegradabilità rapida e la Biodegradabilità intrinseca (secondo le Linee-guida OECD 301 e OECD 302) e test per la determinazione della biodegradabilità dei detergenti con i metodi:

  • ISO 11733 Prova di simulazione con fanghi attivi;
  • ISO 14593 Biodegradabilità aerobica finale (CO2 Headspace test);
  • ISO 11734 Biodegradabilità anaerobica finale;
  • ISO 14852 Biodegradabilità in acqua.
     

Potrebbero interessarti anche:

Ti servono maggiori informazioni?

Contattaci!

Latest News
28 Settembre 2020
News
L’identificazione, caratterizzazione e quantificazione di nanomateriali nei processi industriali e nei prodotti è essenziale per la protezione dell'ambiente e della salute umana, oltre che decisivo pe...
24 Settembre 2020
News
Il rischio di esposizione a silice libera cristallina nei luoghi di lavoro è un tema al quale è importante prestare attenzione e che richiede misure adeguate per limitare la pericolosità di ...
28 Settembre 2020
News
L’identificazione, caratterizzazione e quantificazione di nanomateriali nei processi industriali e nei prodotti è essenziale per la protezione dell'ambiente e della salute umana, oltre che decisivo pe...
24 Settembre 2020
News
Il rischio di esposizione a silice libera cristallina nei luoghi di lavoro è un tema al quale è importante prestare attenzione e che richiede misure adeguate per limitare la pericolosità di ...