Mérieux NutriSciences - Teli pacciamanti
27 Luglio 2020
|   NEWS
Parliamo di …teli per pacciamatura

Il telo pacciamante è un film che viene utilizzato nei campi e negli orti allo scopo di ridurre la presenza di erbe infestanti. Viene messo sopra la terra intorno alle piantine da coltivare, impedendo la crescita di erbe indesiderate, poiché viene inibita la fotosintesi e tra film e terreno si crea un ambiente ostile alla vita delle infestanti. Il telo migliora anche le condizioni generali di coltivazione, poiché riduce l’evaporazione e l’insorgenza di malattie fungine e può facilitare la fotosintesi nella pianta coltivata grazie alla luce riflessa.

Negli ultimi anni si sono diffusi alcuni prodotti commerciali realizzati in materiale biodegradabile: i teli tradizionali in plastica hanno come principale destino la discarica e nella peggiore delle ipotesi si può assistere a stoccaggi improvvisati in pieno campo, combustioni illegali o comunque vi è il rischio di dispersione di microplastiche nel terreno. Al contrario, i teli pacciamanti biodegradabili sono progettati per essere arati nel terreno e degradati dai microorganismi naturalmente presenti in esso.

LO STANDARD PER I TELI PACCIAMANTI BIODEGRADABILI

Nel gennaio 2018 è stato pubblicato lo standard europeo EN 17033 specifico per i teli pacciamanti biodegradabili che elenca i requisiti per i film plastici biodegradabili per pacciamatura, tra cui la composizione, la biodegradabilità nel suolo, l'effetto sul “sistema suolo” e le proprietà meccaniche e ottiche; lo standard non si applica alle pellicole per pacciamatura che vengono rimosse dai campi dopo l’uso. Fino alla pubblicazione della EN 17033, non esisteva alcuna norma ufficiale che riguardasse direttamente questi prodotti. La norma prevede diversi step in laboratorio:

  • Controllo dei costituenti
    Analisi dei metalli pesanti e di altre sostanze potenzialmente pericolose
  • Prova di biodegradabilità
    Biodegradazione al suolo: il materiale di cui è fatto il telo deve biodegradare nel suolo entro 24 mesi e per almeno il 90% in condizioni aerobiche
  • Prova di ecotossicità
    Viene valutata su piante, invertebrati e microorganismi che si sviluppano nel suolo e che sono responsabili della vitalità del terreno
  • Performance del telo
    Vengono regolamentate le proprietà meccaniche, dimensionali e opacità del film.

L’inclusione di criteri per la composizione (ad esempio, concentrazioni massime di metalli pesanti), la biodegradabilità e l’ecotossicità per le piante sono coerenti con i test di compostabilità, gli standard marini e altri standard precedentemente sviluppati per il suolo.
Ci sono però importanti differenze: i test di ecotossicità riguardano piante e invertebrati (lombrichi), nonché batteri, così da includere le diverse vie di esposizione del suolo, ovvero materiale solido del suolo, acqua dei pori e gas dei pori. Le piante e i microrganismi sarebbero esposti a sostanze tossiche principalmente attraverso il contatto e l’assorbimento dell’acqua dalle porosità del suolo, mentre i lombrichi sarebbero esposti a sostanze tossiche anche attraverso l’ingestione di materiale del suolo e dalla fase gassosa del suolo.
Un aspetto unico della EN 17033 è il fatto di avere come focus specifico i teli pacciamanti biodegradabili. Sono inclusi pertanto requisiti specifici relativi alle proprietà dei film, come la sollecitazione minima a trazione, altre proprietà meccaniche e la massima trasmissione della luce.
La norma contiene anche requisiti specifici relativi all’etichettatura, tra cui la dichiarazione della classe di prodotto e la necessità della preparazione di un rapporto di prova da parte dei produttori.

ACCORDO TRA FEDERBIO E ASSOBIOPLASTICHE

Per favorirne lo sviluppo e controllare l’applicazione della EN 17033, nel 2019 FederBio e Assobioplastiche hanno stretto una partnership che prevede attività di comunicazione sul corretto utilizzo dei teli e dei materiali, sperimentazione in culture come la barbabietola e il pomodoro da industria, e sviluppo di bioteli con un crescente impiego di materie prime rinnovabili.

Mérieux NutriSciences effettua diverse prove sulla biodegradabilità e compostabilità dei prodotti, e tra queste anche i test previsti dallo standard EN 17033 sui teli per pacciamatura biodegradabili. 

Scopri di più!