Mérieux NutriSciences - Intolleranza al lattosio
10 Luglio 2017
|   NEWS
Intolleranza al lattosio: ma quanto lattosio?

Con oltre metà della popolazione mondiale affetta da intolleranza al lattosio, cresce il mercato di prodotti dedicati e aumenta la domanda di alimenti con contenuto sempre inferiore di lattosio.
Mérieux NutriSciences, da sempre partner di riferimento per le aziende alimentari, offre soluzioni di testing per quantificare in modo accurato il lattosio negli alimenti, sia esso un ingrediente o presente in tracce.

L’intolleranza al lattosio è la forma di intolleranza alimentare più comune e diffusa al mondo, con picchi vicini al 100% in Asia e in alcune regioni del Nord America. In Europa i dati medi oscillano tra il 40% e il 70%, con un’incidenza maggiore nell’area mediterranea, Italia inclusa.

L'intolleranza al lattosio è la condizione per cui si ha difficoltà a digerire il lattosio, ovvero lo zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati. Questa incapacità è dovuta a una carenza parziale o totale dell’enzima lattasi (ipolattasia) deputato alla scissione del lattosio in due zuccheri facilmente assimilabili dall’organismo: glucosio e galattosio. L’intolleranza al lattosio provoca diversi disturbi gastrointestinali, con una sintomatologia dose-dipendente.

Le aziende alimentari hanno risposto all’esigenza di questo segmento di consumatori lanciando sul mercato linee sempre più ampie di prodotti senza lattosio. A livello globale il settore registra una crescita pari al 10% (www.euromonitor.com); in Italia, dove almeno il 50% della popolazione è intollerante al lattosio (dati EFSA) o comunque preferisce consumare prodotti che non lo contengano, l’aumento delle vendite è stato del 13,8% nel 2016 (fonte: Sole24ore) e del 6,3% nel primo quadrimestre del 2017 (dati Nielsen).

Quanto lattosio nei prodotti “senza lattosio”?

Il lattosio è uno degli allergeni elencati nel Reg. UE 1169/2011, ma a differenza del glutine non ha valori di riferimento uniformi in tutta Europa, pertanto ogni Stato adotta i propri. Nel caso dell’Italia un prodotto si può definire senza lattosio” ai fini dell’etichettatura se ne contiene meno di 0,1g/100g.  

Ciò nonostante molti prodotti in commercio riportanti la dicitura “senza lattosio” ne contengono di fatto una quantità dieci volte inferiore (<0,01g/100g), per andare incontro alle esigenze dei consumatori più sensibili che dichiarano sintomi già oltre il limite di 0,1g/100g e desiderano pertanto limitare il più possibile l’assunzione di lattosio.

Mérieux NutriSciences offre diversi metodi analitici per quantificare in modo accurato le concentrazioni di lattosio negli alimenti, sia esso un ingrediente o presente in tracce.

I nostri metodi a elevata sensibilità rilevano in modo affidabile concentrazioni di lattosio <0,1g/100g ai fini dell’etichettatura, ma anche  inferiori di 10 volte (< 0,01g/100ml) per rispondere alle esigenze dei nostri clienti e del mercato.
 

Scopri di più sugli allergeni e sui nostri servizi dedicati

Ti servono maggiori informazioni?

Contattaci!