23 Giugno 2021
|   NEWS
Aziende alimentari e fanghi da smaltimento in agricoltura
Mérieux NutriSciences - Environmental Services for Food Industries - rifiuti

 

I fanghi di depurazione delle acque reflue prodotti dalle aziende alimentari, quando assimilabili ai reflui civili, possono essere utilizzati come fertilizzanti in agricoltura, in quanto, in ragione della loro composizione, il riutilizzo agronomico costituisce una soluzione al problema del loro smaltimento.
A causa però della possibile presenza di composti organici nocivi e metalli pesanti, la garanzia della qualità dei fanghi deve essere costantemente assicurata da controlli e analisi.

Cosa dice la legge

Sotto il profilo giuridico, i fanghi di depurazione sono a tutti gli effetti dei rifiuti e, in quanto tali, sono disciplinati dalla normativa regolamentatoria in materia di classificazione dei rifiuti.
Come tali possono essere smaltiti, in funzione delle loro caratteristiche, tramite incenerimento, discarica, impianti di compostaggio o spandimento sul suolo agricolo.
Nello specifico, lo spandimento dei fanghi in agricoltura è disciplinato dal D.Lgs. 99/92 e s.m.i. (ultime modifiche introdotte dalla legge 130/2018).
La norma stabilisce le caratteristiche di qualità degli stessi definendone:

  • l’idoneità a produrre un effetto concimante e/o ammendante e correttivo del terreno;
  • l’assenza di sostanze tossiche e nocive e/o persistenti, e/o biodegradabili in concentrazioni dannose per il terreno, per le colture, per gli animali, per l’uomo e per l’ambiente in generale.

Quali analisi sono necessarie

Sotto il profilo analitico, i fanghi devono essere:

  1. analizzati e caratterizzati per definirne la pericolosità o meno,

  2. a seguito della classificazione come rifiuto non pericoloso, considerati idonei per il recupero tramite lo spandimento in agricoltura.

Particolare attenzione deve essere posta alla ricerca ed interpretazione degli esiti dei parametri analitici, indispensabili per le condizioni di utilizzo. Ad esempio, la determinazione della sostanza secca è fondamentale, poiché tutti gli esiti devono essere riferiti ad essa.
La gestione dei fanghi richiede quindi un’attenta valutazione, in particolare quando il loro destino finale è indirizzato al recupero in agricoltura.

Need more information?

Contact us!

Latest News