22 Novembre 2021
|   NEWS
Amianto nei cosmetici: hai controllato il tuo MakeUp?
Mérieux NutriSciences - Amianto in cosmesi

 

A causa dell’assenza di una chiara regolamentazione per l’impiego di talco ad uso cosmetico, l’amianto può essere presente e contaminare i prodotti personal care. Il talco è un minerale utilizzato da decenni come ingrediente cosmetico, e, grazie alle sue caratteristiche, può essere inserito nel prodotto con diverse finalità: creare una texture setosa e leggera, diluire i prodotti pigmentati e agire come filler. A seguito delle modalità e dei luoghi di estrazione del talco, i depositi minerali usati per la fabbricazione dei prodotti sono spesso contaminati da amianto di anfibolo, quali tremolite e antofillite. L'amianto è un noto cancerogeno ed è risaputo che non esiste un livello di esposizione considerato sicuro per la salute dell’uomo.
È quindi importante riconoscere nell’INCI i termini che indicano la presenza di talco. Il minerale può essere infatti etichettato come Talc, Talcum, Talcum powder, Cosmetic talc, e Magnesium silicate.

L’indagine FDA (Food and Drug Administration, US)
Un'indagine condotta dalla FDA a partire dal 2017 ha rilevato la presenza di amianto in diversi prodotti personal care per bambini. Oltre al ritiro dei lotti incriminati, la FDA ha continuato a testare altri prodotti per analizzare la presenza di amianto, selezionandone un numero ampio e con caratteristiche differenti, tra cui ad esempio il tipo di prodotto, il prezzo, prodotti popolari sui social media e nella pubblicità, prodotti per bambini e, se presenti, prodotti già incriminati sulla potenziale presenza di amianto da studi indipendenti.

I produttori cosmetici
I produttori ovviamente non aggiungono amianto intenzionalmente ai loro prodotti, ma proprio a causa della mancanza di una regolamentazione chiara e adeguata sul talco, il controllo della presenza di tale contaminante cancerogeno non è obbligatorio.
Ad ogni modo, i recenti scandali in merito alla presenza di amianto in alcuni prodotti fabbricati da importanti gruppi multinazionali hanno attirato l'attenzione dell’opinione pubblica sui possibili rischi di tale contaminazione nei cosmetici.

Come Mérieux NutriSciences può verificare la presenza di amianto nei cosmetici?

L'EPA raccomanda l'utilizzo della tecnologia d’avanguardia TEM (Transmission electron microscopes) per testare l'amianto, preferibile e più sofisticata rispetto ad altre metodiche, quali X-Ray Diffraction (XRD) o Polarized Light Microscopy (PLM).
Grazie a un dipartimento specializzato all’interno della Divisione Ambientale, Mérieux NutriSciences può vantare una lunga esperienza e una tecnologia sofisticata per rilevare la presenza di contaminazioni da amianto in prodotti cosmetici.

Need more information?

Contact us!

Latest News