1. Home
  2. Blog
  3. La formulazione del packaging sostenibile: additivi si o no?
<strong>La formulazione del packaging sostenibile: additivi si o no?</strong>
Novembre 24 2022

La formulazione del packaging sostenibile: additivi si o no?

Packaging

Le sostanze aggiunte intenzionalmente costituiscono la formulazione dell’imballaggio.
Hanno lo scopo di conferire ai materiali caratteristiche, proprietà meccaniche e fisiche proprie.
Gli additivi sono sempre ben accettati? Cosa ne pensa il mercato?
Parlando di imballaggi sostenibili, si tratta di una questione di confine.

Meno additivi per la sostenibilità

Gli additivi possono prevenire l’ossidazione e la rapida degradazione di un materiale.
Nonostante la loro importanza quindi, la loro inevitabile diffusione in qualsiasi mezzo con cui vengono a contatto genera una crescente preoccupazione. Nel suolo, nell’aria o negli alimenti, gli additivi sono potenziali contaminanti. Quale potrebbe essere il panorama se, cercando di prevenire la contaminazione in nome della sostenibilità, riducessimo l’uso di antiossidanti?

Più additivi per la sostenibilità

Quando le materie plastiche vengono lavorate e utilizzate, sono esposte a sollecitazioni che danneggiano le catene polimeriche. Il trattamento dei polimeri danneggiati declassa i materiali plastici: questo può essere un limite al riciclo meccanico della plastica. Per questo motivo, i polimeri riciclati vengono generalmente estrusi con stabilizzanti, come gli antiossidanti, per prevenire l’ossidazione sia durante il riciclo meccanico che durante l’uso del prodotto. Possono essere stabilizzanti termici, antiossidanti, ritardanti di fiamma; ad esempio, aiutano a gestire meglio i colori nelle plastiche riciclate e ad omogeneizzare il materiale.

Il giusto equilibrio

Gli additivi sono componenti essenziali dell’imballaggio, ma l’approccio è controverso quando si progetta un “imballaggio alimentare sostenibile”. In entrambi i casi – quando si cerca di ridurre l’uso di additivi o quando questi vengono aggiunti – è necessario monitorare e tenere in considerazione gli aspetti legati alla sicurezza, ma anche l’impatto organolettico; grazie ad alcuni casi di studio abbiamo dimostrato che in diverse situazioni si verificano simili problemi.
La ricerca di imballaggi più sostenibili è da sostenere, anche sulla base della legislazione europea, e la valutazione dei rischi è importante come lo è per i materiali tradizionali. Nel futuro il risk assessment dovrebbe sempre più tener conto il tipo di materiale, ma anche le vite precedenti per i materiali riciclati, l’origine delle materie prime per gli imballaggi a base biologica, i possibili usi e il fine vita.

Proponiamo un’analisi approfondita di questo argomento, con riferimenti legislativi e casi di studio nella sessione poster del Congresso

API Advances in the Packaging Industry
“Sustainability: Products and Processes”

Napoli, Italia
24-25 novembre 2002

Share it with your network
Contattaci! Per informazioni riguardo ai servizi offerti o per richiedere un preventivo.
Contattaci!
Mérieux NutriSciences Corporation ©2022