Mérieux NutriSciences mette a disposizione una comprovata esperienza nel campo della verifica dell’idoneità al contatto alimentare di diversi materiali attraverso migrazioni globali e specifiche. I test sono eseguiti con metodiche normate dalla vigente legislazione, standard ufficialmente riconosciuti (UNI EN, DIN, LMBG, FDA, ISO ecc.) o metodi sviluppati e validati internamente.

Mérieux NutriSciences - Beni di consumo - Invecchiamento accelerato

Per “Migrazione globale” si intende la determinazione della quantità di sostanze che migra dal materiale ad un liquido simulante che riproduce le capacità estrattive dell’alimento. Questo test non è in grado di determinare quali sostanze siano migrate dal materiale testato al simulante, ma può quantificarle. Le condizioni di contatto (tempo e temperatura) sono determinate dalla legislazione vigente, sulla base delle reali condizioni d’uso del materiale. I liquidi simulanti possono essere acquosi, oleosi o si possono utilizzare dei liquidi alternativi.

Per “Migrazione specifica” si intende invece la quantificazione di determinate sostanze (monomeri, additivi, plasticizzanti, elementi e metalli, ecc.) in un liquido simulante. Questo test ha una grande importanza per le molecole regolamentate da normative che impongono un limite di migrazione specifica (SML).

Tra le sostanze che possono migrare dai materiali agli alimenti devono essere prese in considerazione anche le sostanze non intenzionalmente aggiunte (NIAS), cioè le impurità provenienti dai processi di fabbricazione (ad esempio, reazioni chimiche non previste o incomplete, degradazione termica, ecc.). L’EFSA (European Food Safety Authority) ha pubblicato un’opinione sulla valutazione del rischio delle sostanze chimiche negli alimenti e sulla necessità di aggiornare le relative Linee-guida che nasce proprio dal fatto di voler porre particolare attenzione ai NIAS presenti nel prodotto finito e non solo alle sostanze utilizzate per produrre il materiale a contatto con alimenti. Mérieux NutriSciences esegue:

  • test di screening di sostanze volatili, semivolatili e non volatili mediante tecniche di preparativa specifiche, (ad esempio, microestrazione in fase solida (SPME) dello spazio di testa o estrazione con solventi) e tecniche analitiche estremamente sofisticate (GC-MS, LC-TOF, LC-MS, ICP-MS);
  • test di screening di elementi in XRF;
  • analisi tossicologica delle specifiche sostanze rilevate.

Oltre ai test per valutare l’idoneità al contatto con gli alimenti e grazie alle competenze diversificate presenti in azienda, Mérieux NutriSciences offre un range completo di servizi che comprendono la valutazione:

  • della resistenza;
  • di modifiche morfologiche dopo determinati trattamenti (lavaggi ripetuti in lavastoviglie, esposizione alla luce);
  • dei composti organici volatili (VOC) liberati durante la cottura;
  • l’esecuzione di test sensoriali.

 

Potrebbero interessarti anche: