Le diossine sono un gruppo di 210 composti chimici aromatici policlorurati che possono essere classificati in due grandi famiglie: le dibenzo-p-diossine (PCDD) e i dibenzo-p-furani (PCDF). Di tali composti, alcuni assumono rilevanza tossicologica in funzione del numero e della specifica posizione degli atomi di cloro sugli anelli aromatici.

Mérieux NutriSciences - Diossine e furani - PCDD/PCDF

Si tratta di sostanze che, a causa della forte stabilità e spiccata lipofilia, sono significativamente coinvolte nei meccanismi di bioaccumulo negli organismi. Le diossine ed i furani rappresentano classi di composti organici persistenti (POPs, Persistent Organic Pollutants) riconosciute a livello internazionale per pericolosità e resistenza, tossici per l’uomo, gli animali e l’ambiente stesso.

Sono sottoprodotti indesiderati di reazioni chimiche solitamente generati durante processi di:

  • produzione della plastica
  • produzione dei pesticidi
  • lavorazione dei metalli
  • sbiancamento della carta
  • produzione di oli combustibili.

Altre fonti di emissione sono le combustioni incontrollate o controllate, come l’incenerimento dei rifiuti, la produzione di energia, l’utilizzo di oli combustibili nei più diversi settori produttivi, i trasporti. Per questo motivo, in molti impianti produttivi è previsto per legge il monitoraggio delle diossine.

Le diossine vengono emesse in atmosfera da una o più sorgenti e possono essere trasportate per grandi distanze e successivamente depositarsi nell’acqua, nei suoli e nei sedimenti.

L’uomo può entrare in contatto con le diossine per via accidentale, professionale (per esempio coloro che lavorano nella produzione di pesticidi o determinati prodotti chimici), oppure assumendo cibo contaminato.

Mérieux NutriSciences esegue l’analisi di PCDD e PCDF e quella dei policlorobifenili (PCB) su rifiuti, terreni, acque, fanghi, emissioni. La tecnica utilizzata è quella della diluizione isotopica in HRGC/HRMS. I laboratori sono storicamente tra i primi in Italia a proporre l’analisi in alta risoluzione e attualmente dispongono di 6 strumenti ad alta risoluzione, in grado quindi di elaborare un altissimo numero di campioni.

Potrebbero interessarti anche: