Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’inquinamento dell’acqua è l’aspetto ambientale più determinante per la salute umana, ancora prima dell’inquinamento atmosferico o dei cambiamenti climatici.

Mentre a livello mondiale il rischio è decisamente legato alla contaminazione microbiologica, nei paesi industrializzati questo fattore è relativamente contenuto ed è superato dalla contaminazione chimica, soprattutto per gli effetti a lungo termine.

Mérieux NutriSciences - Inquinanti emergenti nelle acque

Oltre ai contaminanti ad alta persistenza nelle acque, nuove sostanze destano sempre maggiore preoccupazione per i possibili effetti sanitari e ambientali: gli inquinanti di interesse emergente (contaminants of emerging concern) sono considerati uno dei problemi ambientali più rilevanti di questi anni. Tra questi si annoverano sostanze perfluoroalchiliche (PFAS), cianobatteri, micotossine, farmaci, ormoni, sostanze psicoattive, pesticidi, cosmetici, additivi industriali.

Queste sostanze hanno il potenziale per causare effetti avversi sull'ambiente e sulla salute umana, ma sono ancora in gran parte non specificamente regolamentate dalla legislazione e i loro effetti non ancora chiari. Alcune sono classificate come interferenti endocrini, che secondo l’OMS sono le sostanze chimiche che alterano le normali funzioni del sistema ormonale degli organismi viventi e, per tale motivo, possono avere effetti nocivi sulla salute.

A livello locale l’inquinamento potrebbe riguardare diverse tipologie di sostanze – ed anche sottoprodotti o prodotti di reazione (come ad esempio x, y, z…) – tanto da richiedere una valutazione del rischio aggregato e cumulativo che tenga conto della molteplicità delle esposizioni. Le indagini nei sistemi idrici coinvolgono soprattutto gli Enti Gestori degli acquedotti, in particolare sulle acque destinate alla potabilizzazione e sulle acque reflue, anche per valutare l’efficacia di rimozione degli attuali sistemi di trattamento.

Stiamo in effetti assistendo ad un cambiamento nell’approccio culturale e di prospettiva rispetto alle tematiche dell’acqua collegata alla salute umana: l’emanazione del DM 14 giugno 2017, fa passare da un regime di “monitoraggio”, basato sul controllo retrospettivo di un numero limitato di parametri, a una valutazione preventiva del rischio associato ad ogni singola realtà territoriale, con le proprie caratteristiche e le proprie specifiche problematiche.

Questa scelta mira a non rincorrere a posteriori i problemi di inquinamento delle acque ma a conoscere meglio le caratteristiche delle diverse filiere idropotabili in modo da prevenire eventuali episodi di contaminazione. Questo consente di porre l’attenzione, nel caso in cui se ne rilevi la necessità, anche sugli inquinanti emergenti, non sempre oggetto di controllo normativo e ordinario, i cui effetti dovrebbero essere monitorati nel medio e lungo periodo.

Questa strategia si concretizza attraverso l’adozione dei Water Safety Plan, piani di sicurezza dell’acqua, voluti formalmente dall’OMS e adottati in Italia dall’Istituto Superiore di Sanità, che prevedono per l’appunto una valutazione del rischio sito-specifica e un conseguente monitoraggio continuo sulla base di questo assessment.

L’esperienza pionieristica già effettuata dagli Enti Gestori in diversi sistemi idro-potabili italiani conferma l’efficacia di questo approccio, anche nella gestione emergenziale e post-emergenziale in specifiche circostanze territoriali di inquinamenti delle acque dovute a rilasci pregressi e continuati nel tempo in siti industriali.

Mérieux NutriSciences propone metodiche analitiche per la determinazione di numerosi inquinanti, sia di quelli definiti “classici”, che di quelli emergenti, nelle acque reflue e nelle acque ad uso umano.

Mérieux NutriSciences si rivolge ai produttori di impianti o apparecchi di trattamento delle acque proponendo screening non-targeted per verificare, con innovative tecniche di estrazione e Spettrometria di Massa ad Alta Risoluzione, l’efficacia della depurazione.

Si rivolge inoltre ad Enti Gestori affiancandoli nel nuovo approccio al monitoraggio delle acque, con screening targeted e non-targeted al fine di testare la presenza di inquinanti emergenti attesi e dei loro prodotti di degradazione che potrebbero avere effetti negativi sull’ambiente e sulla salute umana.

Potrebbero interessarti anche:

Ti servono maggiori informazioni?

Contattaci!

Latest News
7 Luglio 2020
News
L’Agenzia Europea delle Sostanze Chimiche (ECHA) in data 25 giugno 2020 ha aggiunto 4 nuove sostanze SVHC all’interno della Candidate List, l’elenco delle sostanze ritenute estremamente preoccupanti p...
7 Luglio 2020
News
Continua il tour virtuale di approfondimento dei servizi cosmetici nei laboratori Mérieux NutriSciences.
7 Luglio 2020
News
L’Agenzia Europea delle Sostanze Chimiche (ECHA) in data 25 giugno 2020 ha aggiunto 4 nuove sostanze SVHC all’interno della Candidate List, l’elenco delle sostanze ritenute estremamente preoccupanti p...
7 Luglio 2020
News
Continua il tour virtuale di approfondimento dei servizi cosmetici nei laboratori Mérieux NutriSciences.