I batteri del genere Legionella sono presenti negli ambienti acquatici naturali e possono contaminare gli impianti idrici cittadini, in particolare tubature, pozzi, serbatoi e piscine. Non tutte le specie sono pericolose per l’uomo ed è la Legionella pneumofila del sierogruppo 1 la responsabile della maggior parte delle epidemie nel mondo.

Mérieux NutriSciences - Analisi della legionella nell'acqua

Sebbene la sorveglianza epidemiologica della legionellosi sia notevolmente migliorata negli ultimi anni, è una malattia che resta comunque sotto-diagnosticata e anche sotto-notificata. Gli ultimi dati sono contenuti nel report epidemiologico del 2015 realizzato dall’European Center for disease prevention and control, che riporta 7.034 casi di legionellosi nell’area economica europea, con il 69% dei casi solo in Francia, Germania, Italia e Spagna. Il numero risulta in crescita e il rapporto ipotizza che ciò sia dovuto al miglioramento dei sistemi di sorveglianza, ma anche a:

  • invecchiamento della popolazione,
  • incremento degli spostamenti e dei viaggi,
  • cambiamenti climatici.

Questi ultimi in particolare (maggiore incidenza dei temporali e alte temperature) creano un ambiente favorevole allo sviluppo del batterio, ma portano anche all’incremento dell’uso dei sistemi di condizionamento, dove la Legionella può proliferare. Lo studio sottolinea come controlli regolari e appropriate misure di controllo dell’acqua potabile e a uso umano siano decisivi per la prevenzione e il controllo della malattia.

La legionellosi è stata rilevata soprattutto nelle strutture di ricevimento collettivo tipo hotel, case soggiorno, navi da crociera, terme, piscine, ospedali; si tratta di ambienti a rischio che devono essere oggetto di controlli periodici.

Linee-guida per il controllo della legionellosi sono state prodotte a livello globale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, a livello europeo dall’EWGLI (il Gruppo europeo sulle infezioni da legionella) e dai diversi Stati. In Italia, il D. Lgs. 81/2008 include la Legionella tra i rischi da monitorare e gestire nell’ambiente di lavoro; in particolare, cita la necessità di controlli nelle strutture ricettive di tipo turistico, collettivo e sanitario da effettuarsi almeno due volte l’anno.

Mérieux NutriSciences esegue l’analisi della Legionella secondo lo standard internazionale ISO 11731:2017.

L’analisi viene eseguita su acqua, tamponi, incrostazioni e biofilm in acque di piscina, serbatoi, rubinetti, scarichi di impianti di condizionamento, ecc. Nelle acque, l’analisi è accreditata e il risultato è qualitativo (batterio assente/presente) e quantitativo.

In Italia, Mérieux NutriSciences segue le “Linee guida per la prevenzione e il controllo della Legionellosi” trasmesse nel 2015 dal Ministero della Salute e, oltre all’analisi, esegue il campionamento su richiesta.

La proposta di Mérieux NutriSciences per la Legionella include anche la possibilità di identificazione tramite MALDI-TOF, un sistema rapido e di IV generazione per l’identificazione di microorganismi e accreditato per la specie Legionella che in caso di sospetta presenza del batterio permette di analizzare la colonia isolata in una piastra.

Potrebbero interessarti anche:

Ti servono maggiori informazioni?

Contattaci!

Latest News
7 Dicembre 2021
News
  La presenza di allergeni non dichiarati negli alimenti è una delle maggiori cause di richiamo di prodotti dal mercato. Per questo motivo le Autorità di sicurezza alimentare richiedono ch...
2 Dicembre 2021
News
  Recentemente, FDA sta spingendo ad approfondire la presenza, o potenziale formazione, di alcuni tipi di impurezze nitrosamminiche endogene formatesi in diversi prodotti farmaceutici...
7 Dicembre 2021
News
  La presenza di allergeni non dichiarati negli alimenti è una delle maggiori cause di richiamo di prodotti dal mercato. Per questo motivo le Autorità di sicurezza alimentare richiedono ch...
2 Dicembre 2021
News
  Recentemente, FDA sta spingendo ad approfondire la presenza, o potenziale formazione, di alcuni tipi di impurezze nitrosamminiche endogene formatesi in diversi prodotti farmaceutici...